lapponia trekking

Come ha scritto Paolo Rumiz “i nomadi lo sanno: le mappe non servono ad orientarsi, ma a sognare il viaggio nei mesi che precedono il distacco”. Ecco perché abbiamo deciso di scrivere del nostro viaggio in Lapponia dopo due mesi dal nostro ritorno. Perché da ora si può ricominciare a sognare e ad immaginare terre lontane da esplorare, e questo desiderio ci aiuta a sopportare con più dolcezza il tempo che ci separa dal nostro prossimo viaggio.

Abbiamo così deciso di darvi qualche informazione pratica per programmare il vostro futuro viaggio nel grande nord!

COME ARRIVARE

Noi abbiamo preso un volo Ryanair da Pisa per Stoccolma Svenska. Come molte volte accade (o sempre?) con questa compagnia l’aeroporto è a un’ora e mezza da Stockholm, ma è ben collegato. Il costo del bus è di €30 a tratta. Noi avevamo solo il bagaglio a mano, cioè il nostro amico zaino da 30 litri, e non abbiamo dovuto acquistare il bagaglio aggiuntivo. Ora potrebbero aver di nuovo cambiato le regole sul bagaglio quindi è bene informarsi bene al momento della prenotazione.

ITINERARIO

treno stoccolma lapponia

Il nostro viaggio verso il grande nord Svedese è iniziato dalla stazione di Stoccolma con il treno notturno per Kiruna. Il nostro programma prevedeva infatti di percorrere un breve tratto per visitare una delle Mountain Station più famose della Svezia ai piedi del Kebnekaise, la montagna più alta della Svezia (2117 m), le due tappe finali del primo tratto del King’s of Trail (Kungsleden) e tutte le tappe del Padjelanta Trail.

25 luglio Stoccolma

26 luglio treno notturno per Kiruna – bus per Nikkaluokta

27 luglio inizia il nostro viaggio a piedi: Nikkaluokta – Kebnekaise 19 km

28 luglio Kebnekaise – Kaitumjaure 25 km

29 luglio Kaitumjaure – Vakkotavare 25 km

30 luglio Vakkotavare – Ritsem (bus)

31 luglio Ritsem – Kisuris 16 km

1 agosto Kisuris – Laddejakka 25 km

2 agosto Laddejakka – Staloluokta 25 km

3 agosto Staloluokta – Tuottar 19 km

4 agosto Tuottar – Sammarlappa 27 km

5 agosto Sammarlappa – Njunjes 20 km

6 agosto Njunjes – Kvikkjokk 11 km

7 agosto treno notturno per stoccolma

8 agosto notte a stoccolma

9 agosto aereo di ritorno

PERNOTTAMENTI

rifugio stufa lapponia

A Stoccolma ovviamente non è difficile trovare ostelli e sistemazioni per tutte le tasche.

Durante il trekking abbiamo deciso di pernottare nei rifugi anche se è possibile piantare la tenda praticamente ovunque, ma chiaramente il carico da portare è maggiore.

I rifugi gestiti dalla Svenska Turistforeningen STF si possono prenotare anche in anticipo, mentre quelli gestiti dai Sami, praticamente tutti quelli del Padjelanta, non sono prenotabili.

Nei rifugi non ci sono luce elettrica, acqua corrente (da raccogliere con mega-secchi di inox direttamente nel fiume o nel lago più vicino), né docce, e nel Padjelanta nessun segnale telefonico.

CIBO

cibo lapponiaAvete presente i rifugi alpini che spesso sono spartani ma dove si trova sempre un piatto di minestra fumante e stufati da leccarsi i baffi? Scordateveli! I rifugi lapponi, ad eccezione del Kebnekaise, sono molto curati e caldi ma nessuno prepara pasti, nemmeno la colazione, quindi bisogna prevedere una bella scorta di viveri. Nei rifugi si può acquistare qualche prodotto ma la scelta è molto limitata e dopo un po’ dieci crackers Wasa, formaggio in tubetto e biscotti diventeranno il vostro un incubo. Per non parlare della birre praticamente prive di alcool! Nel Padjelanta si incontrano diversi villaggi sami e potete comprare carne secca di renna o salmone affumicato sul posto, fantastico!

DA NON PERDERE

Il sentiero che da Keibnekaise arriva a Kaitumjaure

lapponia kebnekaise

L’attraversamento in barca a remi di 30 minuti del fiordo Teusajaure nella tratta Kaitumjaure – Vakkotavare

lapponia lago

Il Lago Vestenjaure che separa la Svezia dalla Norvegia

lago vestenjaure

La cultura Sami

rifugio lapponia

Tuottar

tuottar tramonto

Le renne

Le saune

 

INDISPENSABILE DA PORTARSI

Comfort food dall’Italia.

Repellente e rete antizanzare entrambi acquistabili a Stoccolma.

Pantaloni con trama fitta per proteggersi dalle punture di zanzara.

Sandali tipo Teva per guadare.

SITI UTILI

www.swedishlapland.com

www.swedishtouristassociation.com

padjelanta.se